Dental Experience

COME RISPARMIARE DAL DENTISTA DALL’80% AL 90% SULLA PARCELLA!

Risparmiare dal dentista - Salvadanaio

A meno che tu sia parente stretto di un bravo dentista, hai un problema che io non ho: ogni tanto nella tua vita hai dovuto e dovrai sborsare parecchi soldi per la cura dei tuoi denti. Io non ho il problema di capire come posso risparmiare dal dentista perché mi faccio curare dal mio socio (ovviamente gratis!) ma riesco abbastanza bene a immedesimarmi nella tua situazione perché presento parcelle e preventivi tutti i giorni ai nostri pazienti.

Aspetta, ho sbagliato, io non presento un bel niente perché faccio il chirurgo orale e di soldi con la gente non mi piace parlare e non ne avrei il tempo. Ma le mie care collaboratrici con la polo rosa sì, loro di soldi parlano eccome.

 

Uno si organizza le sue uscite, l’affitto, il mutuo, le rate della macchina, la spesa e qualcosina da parte per poter uscire a cena nel fine settimana o farsi la sacra settimana di ferie al mare ad agosto. Poi il 7 di agosto, come è successo a Guendalina (nome ovviamente inventato come impone il segreto professionale ma storia verissima, fino al midollo), cominci a sentire quel dolorino bevendo la granita al caffè con la panna. Il giorno dopo stai imprecando su internet con una bottiglia di acqua ghiacciata appoggiata alla guancia e cerchi di trovare un dentista aperto.

 

Finalmete eccolo…trovi il mio studio che come impone la nostra visione dell’odontoiatria moderna è sempre aperto. Ho detto una bugia: i giorni di Natale, Santo Stefano, Epifania, Pasqua, Pasquetta, primo maggio e ferragosto siamo chiusi 🙁  Abbiamo dovuto pagare la potenza “sindacale “ dei nostri dipendenti che in una storica riunione, guidati da Piero e Roberta, hanno strappato questi giorni di chiusura. Comunque negli altri giorni dell’anno siamo sempre aperti. Per forza, solo io faccio più di mille interventi chirurgici all’anno, se chiudiamo un mese di fila chi li controlla i pazienti in fase di guargione?!

 

Torniamo a noi. Arrivi in studio e trovi un mio collaboratore, in questo caso Alberto, che ti visita attentamente, ti fa una piccola radiografia (quella che vedi qui sotto è proprio quella di Guenda) e ti dice

Risparmiare dal dentista - Immagine 1

“purtroppo quel dente è da devitalizzare perché il processo carioso ha interessato la polpa. Poi non lo possiamo solo otturare se no rischia di rompersi, dobbiamo ricostruirlo con un intarsio in composito…se vuole iniziamo a medicarlo oggi così le passa il dolore”

 

Tu ci hai capito poco ma tant’è. Quello che capisci benissimo però è quello che ti dice Chiara (neanche Alberto parla di soldi, da noi nessun medico lo fa, regola di studio):

 

“650 euro”

 

“Scusi non ho capito”

 

“SEICENTO CINQUANTA EURO”

 

Chiara è un mastino, ci va giù dura, gliel’ho insegnato io!  🙂

Tu avevi ben altri progetti per quei soldi, sicuramente se proprio dovevi darli a qualcuno avresti preferito di certo il signor Gucci ai dottori Salzano e Tirone. Ma il dente fa male! E poi ti serve, sei giovane, mica puoi girare col buco!

 

Siamo arrivati al dunque. Ti avevo promesso un segreto per risparmiare dal dentista e un segreto sto per svelarti…

Temo che le tue aspettative rimarranno deluse. Tu no, ma le tue aspettative sì. Sono sicuro infatti che in mente hai un bel podio di tre soluzioni. Al primo posto….rullo di tamburi…

  • Beh ovvio: andare a curarsi in Croazia!

 

Al secondo posto…

 

  • Centro low cost qui in Italia: più vicino e altrettanto….LOW COST!!

 

E al terzo la soluzione migliore quella che fa contenti tutti, che salva capra e cavoli. Ci avessi pensato prima l’avresti messa al primo posto…

 

  • “Dottore se facciamo senza fattura quanto risparmio?”

 

Ok te la metto giù dura così ce la caviamo in fretta. Evadere le tasse è un reato e noi non siamo criminali…soluzione tre scartata. Tu sei di Cuneo, vai fino in Croazia col pulmino gratuito fai la tua cura super veloce e super low cost in giornata, torni a Cuneo e…strano ma vero hai un problema…cosa fai? Il pulmino gratis non c’è più. Prendi la panda e vai in Croazia? Io lascerei stare. Resta la soluzione 2 ma penso tu sia abbastanza intelligente per comprendere che il prezzo di una cosa, nella maggior parte dei casi, ne rispecchia la qualità. O meglio, non sempre prezzi troppo alti sono indice di grande qualità ma sicuramente prezzi troppo bassi sono indice di scarsa qualità. Che può andare benissimo… se devo comprare le scarpe per lavorare nell’orto il sabato mattina. Ma col dente non ci mangio solo il sabato mattina!!

Scartate tutte. Riprova sarai più fortunato!

 

Ora per svelarti il vero segreto per risparmiare dal dentista devo farti una confidenza. Ti ho detto un’altra bugia: la storia non era proprio così, in realtà Guendalina era già venuta a farsi visitare da noi nel 2013 e questa era la sua lastra.

Risparmiare dal dentista - Immagine 2

 

 

 

 

 

 

Lo so che non ci capisci un cavolo della lastra! Adesso ti disegno la carie con la matita bianca. Guarda.

Lastra 2013

Risparmiare dal dentista - Immagine 3

 

 

 

 

 

 

Lastra 2015

Risparmiare dal dentista - Immagine 4

 

 

 

 

 

 

Anche se non fai il mio mestiere la capisci la differenza? Nel 2013 serviva una PICCOLA otturazione: 1h di poltrona e 120 euro di parcella. Nel 2015 serve una cura canalare e un intarsio: 3h e 30′ di poltrona e qualche ora di laboratorio odontotecnico e…650 euro di parcella. Peccato che la cara Guenda, affezionatissima ai suoi 120 euro, nel 2013 avesse pensato:

Ma siete scemi? Quel dente non mi ha mai fatto male!”

E visto che pensava e non la sentiva nessuno magari avrà aggiunto:

“Poi chissà se sta carie c’è davvero!!” (ti giuro che ho un’amica…ciao Anita…che è tuttora convinta che il dentista precedente le “installasse” le carie nei denti per poi curarglieli!!)

 

Hai capito o te lo devo spiegare meglio?

DAL DENTISTA NON CI DEVI ANDARE QUANDO HAI MALE AD UN DENTE O QUANDO SI ROMPE O QUANDO SI MUOVE! CI DEVI ANDARE ADESSO. PER FARE UN CONTROLLO PRE-VEN-TI-VO!

Ecco il segreto per risparmiare dal dentista che ti avevo promesso: LA PREVENZIONE. Che vuol dire intercettare le situazioni a rischio per EVITARE I PROBLEMI o fare una diagnosi precoce per INTERCETTARE I PROBLEMI IN FASE INIZIALE e curarli in modo semplice, veloce, conservativo ed economico.

Domani devi telefonare al tuo dentista e prenotare una visita di controllo. Anzi no oggi.

E se non hai un dentista…beh noi siamo a disposizione! 😳  Abbiamo sempre fatto della prevenzione e della diagnosi precoce un nostro cavallo di battaglia. Ad ogni paziente facciamo una visita completa per intercettare tutti i problemi di salute della sua bocca e glieli spieghiamo accuratamente. Inoltre rivediamo tutti i nostri pazienti in modo periodico, con intervalli variabili a seconda dei casi, proprio per evitare che insorgano problemi nuovi. E visto che nella clinica non c’era più spazio abbiamo dovuto creare uno studio satellite solo per i controlli periodici e inserire nella squadra ben 6 igienisti dentali (laureati ovviamente!!).

Risparmiare dal dentista - Tirone

Sì, l’appuntamento di controllo te lo ricordiamo noi…lo so che non ci vieni volentieri dal dentista!  😉

 

Federico

 

 

 


 PRENOTA UNA VISITA PRESSO IL NOSTRO STUDIO

   

   

   

   

   

   

   


   I suoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la privacy policy
   completa per maggiori informazioni.

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Iscriviti Gratis per rimanere aggiornato su tutti i nostri prossimi articoli!


I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la privacy policy completa per maggiori informazioni.

12 pensieri su “COME RISPARMIARE DAL DENTISTA DALL’80% AL 90% SULLA PARCELLA!

  1. Pingback: Impianti dentali: le due grandi bugie – parte 2 | Studio Salzano Tirone

  2. Pingback: Che rottura il dente che si frattura! | Studio Salzano Tirone

  3. Giulia

    Purtroppo ci sono famiglie che nemmeno possono permettersi la prevenzione. Ma per fortuna che qui state tutti bene e di questi problemi non ne sapete niente. È troppo facile generalizzare, fare di tutta l’erba un fascio. E senza andare a pescare complotti impossibili, chiedeteci perché la gente è diffidente. Forse perché tutti se ne approfittano?
    Pensare prima di parlare, dare un parere non è obbligatorio.

    1. mrodonto Autore dell'articolo

      Perdonami ma, se prendiamo per buono quello che dici, l’ultima frase del tuo pensiero si applica anche al tuo di parere, no? Penso che ognuno sia libero di dire la sua. Nel nostro settore la prevenzione è tutto. Se non ci si può permettere nemmeno i costo della prevenzione, e lo capisco, non credo che sia un problema di cui dobbiamo srco carico noi, ma il sistema sanitario nazionale. Vale comunque lo stesso discorso. Ovunque ai vada, con la prevenzione si risparmia sia in termini di costi economici che di costi in termini di salute.

      1. Giulia

        Il mio commento era legato al fatto che nella tua brillante esposizione non si accenna al fatto che anche la prevenzione ha un costo, che ci sono famiglie con veri problemi, che magari cercando una soluzione su internet si imbattono in questo sito è sì sentono prese in giro perché purtroppo vorrebbero poter fare una visita al mese ma non possono è DEVONO tirare avanti e soffrire finché la situazione è ormai irreparabile. D’accordissimo sulle responsabilità del ssn, ma la tua trattazione non l’ho trovata affatto ironica ma anzi irridente nei confronti di chi i problemi li ha davvero e cerca una soluzione.
        Per il resto rispetto la professione ma troppo spesso si scrivono cose senza cognizione di causa ed è frustrante.

  4. Alessandra

    Buonasera dottore, ho devitalizzato un molare inferiore circa 6 mesi fa, da un paio di giorni che il dente mi da un certo fastidio gengiva gonfia e male alla mandibola quando la tocco.
    Premetto che non sono ancora andata dal dentista perché con tutti gli interventi e apparecchi che ho portato sono terrorizzata.
    Cosa potrebbe essere questo fastidio e come curarlo. Grazie

    1. Anonimo

      Buonasera,
      Un dente già devitalizzato che gonfia e fa male alla pressione può avere un problema per una devitalizzazione incompleta per la
      dimenticanza di un canale o per l’incompleta disinfezione e sigillatura di quelli trovati e trattati. In alternativa puoi essersi fratturato o avere sviluppato una infezione del parodonto, ovvero i tessuti di supporto del dente (osso,legamento e gengive).
      Di sicuro la situazione necessita di un intervento che potrebbe andare dal ritrattamento canalare del dente fino all’estrazione. Purtropo non mi è possibile essere più preciso di così in mancanza di rafiografie ed esame clinico.

  5. Aldo

    buona sera a tutto lo star io vi do pienamente ragione tutto ciò che ci troviamo dinnanzi al momento della visione del preventivo è imbarazzo e sorpresa e il bello che è solo colpa nostra , però è altrettanto vero che come nel mio caso che devo fare 5impianti più tre estrazioni e ti chiedono 10,300 euro ed io avendo fatto il rappresentante so benissimo che i costi del materiale pur sia bello sono minimi al cospetto di ciò che chiedete al momento del preventivo perciò uno decide o la mutua o la Romania voi dite che sbaglio?io dico solo che purtroppo questa è l’Italia

    1. mrodonto Autore dell'articolo

      Dico che questa visione è estremamente incompleta. Perchè se è vero che un impianto può costare dagli 80 ai 300 euro ovviamente non è solo quello il costo dell’intervento. Nel nostro studio, per esempio, il dottor Tirone opera con tre assistenti, ambiente sterile monouso, filmando gli interventi con costose apparecchiature. Inoltre tutto lo strumentario per poter posizionare un impianto costa migliaia di euro che vanno ammortizzati nel tempo, così come vanno pagati i dipendenti presenti in sterilizzazione e in segreteria nel tempo in cui si esegue l’intervento. Ovviamente avanza un utile che poi viene tassato al 43%, più anticipo tasse per l’anno successivo, più il 15% dell’ENPAM, nostra cassa previdenziale, ecc…Certo che avanza qualcosa e che quel qualcosa di solito concorre a dare al dentista un tenore di vita superiore alla media, ma quando vedo che idraulici, elettricisti, carrozzieri, meccanici hanno tariffe di manodopera che sono spesso di 70-100 euro all’ora, spesso presi in nero, trovo che l’indice puntato verso chi ha anche una responsabilità medica e un paziente di fronte da trattare sia spesso un luogo comune. Certo che potremmo metterci a tavolino per valutare quanto diminuire le tariffe per arrivare a prendere 1000 euro al mese. Ma onestamente non terremmo aperta una clinica con 25 dipendenti e tutte le responsabilità che ci prendiamo e i debiti che facciamo per guadagnare 1000 euro al mese. Inoltre non si può prevedere quanto si lavorerà ogni mese, mentre si conoscono le spese fisse che si devono sostenere. Il margine per essere tranquilli di non rischiare di non pagare i dipendenti deve essere ben più alto. Il discorso magari non si attaglia al piccolo studio che ha poche spese, ma spesso anche meno capacità di generare introiti, ma rimane il fatto che nessuno è disposto a prendersi tutti i mal di pancia che possono derivare dal lavorare con la salute delle persone per rischiare di non pagare nemmeno i debiti.
      Io piuttosto ribalto il discorso che 10000 euro sono molti ma equivalgono al costo di una utilitaria e conosco poche persone che non riescono a permettersi una utilitaria a rate. Così come conosco poche persone che non abbiano uno smartphone decisamente superiore a quello che vorrebbe la loro dichiarazione dei redditi. Ma quando si parla di salute si fa prima a dare dei ladri ai dentisti che girano col macchinone piuttosto che analizzare anche la propria situazione e le proprie scelte e priorità. Mettere degli impianti non è obbligatorio e si vive senza, alla stregua di una bella macchina. Anche per acquistare un’auto si può optare per una Panda usata o per un acquisto con canali esteri per risparmiare l’iva, ecc..Ma la maggiorparte delle persone compra la macchina nuova che gli piace di più. Io non concepisco che uno compri tv led full HD, iphone, macchina nuova e poi vada in Romania per risparmiare 3000 euro al posto di fare un finanziamento.
      Semmai la cosa importante non è cercare di risparmiare, ma cercare il professionista che ti assicura la cura migliore, che non sia da rifare nel giro di due anni, perchè il vero problema sta in questo…Il dover spendere più volte somme ingenti per curare lo stesso dente o una situazione che non viene mai messa a posto in maniera completa in modo da scongiurare il più possibile reinterventi precoci. In questo non c’entra restare a curarsi in Italia, perchè spesso vedo cure fatte in Italia peggiori di quelle viste in Romania. L’importante è usare i mezzi di comunicazione che oggi non scarseggiano per cercare professionisti di alto livello, usando le testimonianze, i video, i siti che i professionisti al passo coi tempi mettono a disposizione dei pazienti per poter essere valutati ancor prima di effettuare una visita. Il mio consiglio è di guardare soprattutto quello. Se si trova una clinica che sembra estremamente affidabile in Romania e lì si risparmia, che si vada in Romania. Io personalmente non lo farei mai. Così come farmi curare in una ASL.

  6. Anonimo

    E’ la soluzione piu’ intelligente. Vale sempre. Ma un popolo che butta le cicche per terra, secondo voi ‘sta storia la capisce? Mah…buona fortuna. Continuate cosí

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *